Massime, aforismi e frasi in latino

Straordinaria raccolta di alcune delle più belle celebri e famose frasi in latino che siano mai state scritte. Le frasi latine sono state catalogate in rigoroso ordine alfabetico e, ovviamente, sono state tutte tradotte in italiano.

Troverete frasi sull’amore, sull’amicizia, sulla vita, sulla famiglia, sulla morte, sul tempo, su Roma e tanto altro ancora, tutte da scaricare e condividere sui vostri social preferiti e anche da utilizzare per realizzare un bellissimo tatuaggio.

Frasi in latino

A

Ab uno disce omnis. (Da uno capisci come sono tutti, Virgilio, Eneide)

Ad astra per aspera. (Attraverso le asperità alle stelle). Anche nella versione “Per aspera ad astra”.

Ad infinitum (All’infinito)

Ad impossibilia nemo tenetur (Nessuno è tenuto a fare l’impossibile)

frasi in latino

Ad maiora. (A cose più grandi)

Adulator propriis commodis tantum suadet. (L’adulatore tiene di mira solo i suoi interessi)

Aequam memento servare mentem. (Ricordati di mantenere la mente serena, Orazio)

Alea iacta est. (Il dado è tratto, Giulio Cesare)

Aliena vitia in oculis habemus, a tergo nostra sunt. (Abbiamo davanti agli occhi i vizi degli altri, mentre i nostri ci stanno dietro, Seneca)

Alis Volat Propriis (Si vola con le proprie ali)

Alium silere quod voles, primus sile (Ciò che vuoi che un altro taccia, tacilo tu per primo, Seneca)

Amantis ius iurandum poenam non habet. (Il giuramento dell’innamorato non si può punire.)

Amor vincit omnia. (L’amore vince tutto Virgilio). Anche nella versione “Omnia vincit amor et nos cedamus amori” – L’amore vince tutto e noi cediamo all’amore“.

Amor est vitae essentia (L’amore è l’essenza della vita)

Amicum secreto admone, palam lauda. (Ammonisci l’amico in segreto e lodalo in pubblico)

Amicus certus in re incerta cernitur. (Il vero amico si rivela nella situazioni difficili, Ennio)

frasi latine

Amicus omnibus, amicus nemini. (Amico di tutti, amico di nessuno)

Amor caecus. (L’amore è cieco)

Amor gignit amorem. (Amore genera amore)

Amor magister est optimus. (L’amore è ottimo maestro)

Amor tussique non celatur. (L’amore e la tosse non si possono nascondere.)

Auctor opus laudat. (Ognuno loda la propria opera)

Audentes fortuna iuvat. (La fortuna aiuta gli audaci)

B

Barba non facit philosophum. (La barba non fa il filosofo)

Bene agendo nunquam defessus. (Mai stancarsi di fare del bene)

Bene vixit qui bene latuit. (Ha vissuto bene chi ha saputo stare ben nascosto)

Beneficium accipere libertatem vendere est. (Accettare un favore è vendere la propria libertà)

Bis peccare in bello non licet. (In guerra non è permesso sbagliare due volte).

Bis pueri senes. (I vecchi son due volte fanciulli)

C

Carmina non dant panem (Le poesie non danno il pane)

detti latini

Carpe diem, quam minimum credula postero. (Cogli l’attimo, confidando il meno possibile nel domani, Orazio). Nella sua versione estesa: “Dum loquimur fugerit invida aetas: carpe diem, quam minimum credula postero – Mentre parliamo il tempo sarà già fuggito, come se ci odiasse: ruba un giorno, confidando il meno possibile nel domani“.

Cibi condimentum esse famem (La fame è il condimento del cibo, Cicerone)

citazioni latine

Cogito ergo sum. (Penso dunque sono. (Cartesio))

Coniunctio animi maxima est cognatio. (L’unione delle anime è più grande di ogni parentela)

Consuetudo est altera natura. (L’abitudine è una seconda natura)

Cotidie damnatur qui semper timet (L’uomo che vive nella paura è condannato ogni giorno)

Cotidie morimur. (Ogni giorno moriamo)

D

De gustibus non est disputandum. (Sui gusti non si discute)

De iure. (Di diritto)

De rustica progenie, semper villana fuit. (Colui che discese da stirpe rustica, rimase sempre un rozzo)

Decipit frons prima multos. (La prima impressione spesso inganna)

Deficere est iuris gentium. (Essere irragionevoli è un diritto umano)

Dictum factum. (Detto fatto, Ennio)

Difficile est longum subito deponere amore. (È difficile mettere subito fine a un lungo amore)

Divide et impera (Dividi e comanda)

Do ut des. (Do perché tu mi dia)

Docendo discitur (Insegnando ad altri si impara)

Ducunt volentem fata, nolentem trahunt. (Il fato guida chi vuole lasciarsi guidare e trascina chi non vuole, Seneca)

Dulce bellum inexpertis. (La guerra è piacevole per chi non la ha mai provata, Erasmo da Rotterdam)

Dum anima est, spes est. (Finché c’è vita, c’è speranza, Cicerone)

Dura lex, sed lex. (La legge è dura, ma è la legge)

E

Ecce Homo. (Ecco l’uomo, Ponzio Pilato, mostrando Gesù alla folla)

Edamus, bibamus, gaudeamus. (Mangiamo, beviamo, godiamo)

locuzioni latine

Errare humanum est, perseverare autem diabolicum. (Errare è umano, perseverare è diabolico)

Erunt primi novissimi. (Gli ultimi saranno i primi)

Est modus in rebus. (C’è una misura in tutte le cose)

Et monere et moneri proprium est verae amicitiae. (Ammonire ed essere ammoniti è proprio della vera amicizia)

Ex duobus malis minimum est eligendum (Tra due mali bisogna scegliere il minore)

Ex nihilo, nihil. (Dal nulla, nulla)

Exemplo plus quam ratione vivimus. (Viviamo più tramite esempi che tramite la ragione)

Exercitatio optimus est magister. (La pratica è il miglior insegnate)

Ex ore parvulorum semper veritas. (Dalla bocca dei fanciulli viene sempre fuori la verità)

motti latini

Excusatio non petita, accusatio manifesta. (Scusa non richiesta, accusa manifesta)

Expertus metuit. (Colui che ha esperienza teme)

Est modus in rebus. (C’è una giusta misura nelle cose, Orazio)

F

Faber est suae quisque fortunae. (Ciascuno è artefice del proprio destino, Sallustio)

Facis de necessitate virtutem (Fai di necessità virtù)

Facta lex inventa fraus. (Fatta la legge, trovato l’inganno)

Facta non verba. (Fatti, non parole)

Fallacia alia aliam trudit. (Un inganno tira l’altro, Terenzio)

Fallere, flere, nere, statuit Deus in muliere. (Ingannare, piangere e filare: è quanto stabilì Dio per le donne)

Fames crescit eundo (La fame, mangiando, cresce)

Felicium omnes sunt cognati. (Tutti sono parenti dei fortunati)

Fiat lux (Sia fatta la luce, Genesi)

Fortis cadere, cedere non potest. (I forti possono cadere, ma non possono cedere)

Fortuna vitrea est; tum cum splendet, frangitur (La fortuna è come il vetro; così come può splendere, così può frangersi, Publilio Siro)

Frangar, non flectar. (Mi spezzerò, ma non mi piegherò)

Fugit irreparabile tempus. (Fugge irreparabilmente il tempo)

G

Grata rerum novitas. (La novità è sempre gradita)

Gutta cavat lapidem. (La goccia scava la pietra, Ovidio)

H

Haud facile astutus fallit astutum. (Non è facile che il furbo inganni il furbo)

Historia magistra vitae (La storia è maestra di vita, Cicerone)

Homines nihil agendo discunt male agere. (L’uomo, non facendo niente, impara a fare il male, Catone)

Hominis est errare, insipientis perseverare. (È umano errare, ma solamente il folle persevera)

aforismi latini

Homo faber fortunae suae. (L’uomo è l’artefice delle sue fortune, Appio Claudio Cieco)

Homo homini lupus. (L’uomo è un lupo per l’uomo, Plauto)

Homo proponit sed Deus disponit. (L’uomo propone ma Dio dispone)

Honesta mors turpi vita potior. (Una morte onorevole è migliore di una vita vergognosa,Tacito)

I

Ibi semper est victoria, ubi concordia est (Vi è sempre vittoria dove vi è concordia, Publilio Siro)

Ignorantia legis non excusat. (L’ignoranza della legge non scusa)

In camera caritatis (In grande segreto)

In dubio pro reo. (Nel dubbio a favore dell’imputato)

In dubis abstine. (Nelle situazioni ambigue astieniti)

In medio stat virtus. (La virtù sta nel mezzo, Orazio)

Impossibilium nulla obligatio est (Nessuno è obbligato a fare l’impossibile, Celso)

In saecula saeculorum. (Nei secoli dei secoli)

In vestimentis non est sapientia mentis. (La sapienza non sta negli abiti)

In vili veste nemo tractatur honeste. (Nessuno, mal vestito, viene trattato con rispetto)

In vino veritas. (Nel vino la verità)

Intelligenti pauca (A chi capisce basta poco, a buon intenditor poche parole)

Ipse dixit. (L’ha detto lui!)

L

Lupus in fabula. (Il lupo nel discorso). Si potrebbe riassumere citando i versi del famoso proverbio: “Parli del diavolo, e spuntano le corna“.

Luceat lux vestra. (Lascia che splenda la tua luce, Bibbia)

M

Mala tempora currunt. (Corrono brutti tempi)

Manus manum lavat. (Una mano lava l’altra, Seneca)

Margaritas ante porcos (Perle ai porci) Vangelo secondo Matteo (7, 6)

Mater semper certa est, pater numquam. (La madre è sempre certa, non il padre)

Medicus curat, natura sanat. (Il medico cura, la natura guarisce)

Melius est abundare quam deficere (Meglio abbondare che scarseggiare)

Melius cavere quam pavere. (Meglio stare attenti che aver paura)

Memento audere sempre (Motto di Gabriele D’Annunzio)

Memento mori. (Ricordati che devi morire)

Mens sana in corpore sano. (Mente sana in corpo sano, Giovenale)

Mors et fugacem persequitur virum. (La morte raggiunge anche l’uomo che fugge, Orazio)

Mors omnia solvit. (La morte scioglie tutto, Giustiniano)

Mors tua vita mea. (La tua morte è la mia vita)

Mulier malum necessarium. (La moglie è un male necessario, Gellio)

Mutatis mutandis. (Cambiato ciò che bisogna cambiare)

N

Nascimur uno modo, multis morimur. (Nasciamo in un solo modo, ma moriamo in molti)

Nec tecum possum vivere nec sine te. (Non posso vivere con te né senza di te, Marziale)

Necesse est multos timeat quem multi timent. (Deve temere molti chi molti temono)

frasi latine famose

Nemo propheta in patria. (Nessuno è profeta in patria)

Nequam per verba, odorem noscitur herba. (Il furbo ingannatore si conosce dalle parole e l’erba dall’odore)

Nihil dictum quod non dictum prius. Niente può essere detto che non è stato detto prima)

Nihil difficile amanti. (Nulla è difficile per chi ama)

Nihil morte certium. (Niente è più certo delle morte)

Nihil sub sole novum. (Nulla di nuovo sotto il sole, Ecclesiaste)

Nil est dictu facilius. (Niente è più facile che parlare)

Noli rogare, quom impetrare nolueris. (Non domandare quando non vorresti ottenere, Seneca)

Nomen omen. (Il nome è un presagio, Plauto)

Nomina sunt odiosa. (È odioso fare nomi, Cicerone)

Non bene, si tollas proelia, durat amor. (Se all’amore togli le piccole liti, non dura)

Non plus ultra. (Non più in là)

Nosce te ipsum. (Conosci te stesso)

Nulla est voluptas quae non adsiduitate fastidium pariat. (Non v’è piacere che con la sua assiduità non rechi noia)

Nunc aut nunquam (Ora o mai più)

O

Occasio furem facit. (L’occasione fa l’uomo ladro)

Oculi sunt in amore duces. In amore siamo guidati dagli occhi, Properzio)

Oculum pro oculo, et dentem pro dente. (Occhio per occhio, dente per dente)

Oculus domini saginat equum. (L’occhio del padrone ingrassa il cavallo)

Odi profanum vulgus et arceo. (Odio la massa ignorante e la tengo lontana, Orazio)

Omnia cum tempore. (Ogni cosa a suo tempo, Ecclesiaste)

Omnia fert aetas. (Il tempo porta via tutte le cose, Virgilio)

Omnia mutantur, nihil interit. (Tutto cambia, niente muore)

Omnia munda mundis. (Per chi è puro tutto è puro, San Paolo)

Omnia mutantur. (Tutto cambia, Ovidio)

Omnia tempus habent. (Ogni cosa ha il suo tempo)

Omnia fert aetas. (Il tempo porta via tutte le cose)

Ora et labora. (Prega e lavora, San Benedetto)

Otia dant vitia. (Il tempo libero genera i vizi)

P

Pacta sunt servanda. (I patti devono essere rispettati)

Panem et circenses. (Pane e giochi [per distrarre il popolo]. (Giovenale, X 81))

Parturient montes, nascetur ridiculus mus. (Partoriranno i monti, e nascerà un ridicolo topo).

Pecunia non olet. (Il denaro non puzza)

frasi celebri in latino

Pecuniae omnia parent. (Tutte le cose obbediscono al denaro)

Primum facere, deinde philosophari. (Prima fare, poi filosofare)

Prius antidotum quam venenum. (Prima l’antidoto del veleno)

Probitas laudatur et alget. (L’onestà è lodata ma muore di freddo, Giovenale)

Pulvis es et in pulverem reverteris. (Polvere sei e polvere ritornerai)

Q

Qualis pater, talis filius. (Quale il padre, tale il figlio)

Quae volumus, credimus libenter. (Crediamo volentieri ciò che vorremmo)

Qui autem invenit illuminvenit thesaurum. (Chi trova un amico trova un tesoro)

Qui gladio ferit gladio perit. (Chi di spada ferisce di spada perisce)

Qui tacet, consentire videtur. (Chi tace, acconsente)

Quis custodiet ipsos custodes? (Chi sorveglierà i sorveglianti? Giovenale)

Quod erat demostrandum. (Come volevasi dimostrare)

Quod hodie non est, cras erit. (Se non è oggi sarà domani)

Quod Me Nutruit Me Destruit. (Cio’ che mi nutre mi distrugge)

Quod non potest diabolus mulier evincit. (Ciò che non può il diavolo, l’ottiene la donna. (proverbio medievale))

Quod non vetat lex, hoc vetat fieri pudor. (La vergogna proibisce ciò che la legge non proibisce, Seneca)

Quot homines, tot sententiae. (Tanti uomini tanti modi di pensare)

Quod oculus non videt, cor non desiderat. (Ciò che l’occhio non vede, il cuor non desidera)

R

Radix omnium malorum est cupiditas. (L’amore per il denaro è la radice di tutti i mali)

Rara est adeo concordia formae atque pudicitiae. (Così rara è l’unione della bellezza e della modestia, Giovenale)

Raro simul hominibus bonam fortunam bonamque mentem dari. (Raramente sono date agli uomini fortuna e buon senso allo stesso tempo, Livio)

Relata refero. (Riferisco ciò che mi è stato detto)

Repetita iuvant. (Ripetere è utile)

Ridendo dicere verum. (Scherzando dire la verità, Orazio)

Risus abundat in ore stultorum. (Il riso abbonda sulla bocca degli sciocchi)

Roma caput mundi. (Roma capitale del mondo)

S

Semper avarus eget. (L’avido ha sempre dei bisogni)

Si vis amari, ama. (Se vuoi essere amato, ama)

Si vis pacem para bellum. (Se vuoi la pace, prepara la guerra)

Sic stantibus rebus. (Stando così le cose)

Silent leges inter arma. (Le leggi tacciono in tempo di guerra, Seneca)

frasi latino

Similes cum similibus congregantur. (I simili si accompagnano con i loro simili.)

Spes ultima dea. (La speranza è l’ultima dea, l’ultima a morire)

Stultorum infinitus est numerus. (Il numero degli sciocchi è infinito, Bibbia)

Summum ius summa iniuria. (Una giustizia assoluta è un’assoluta ingiustizia)

Sursum corda. (In alto i cuori)

T

Tempus edax rerum. (Il tempo divora ogni cosa, Orazio)

Tempus fugit. (Il tempo fugge)

Tempus omnia medetur. (Il tempo cura tutto)

Tot capita, tot sententiae. (Quante teste tanti pareri).

Trahit sua quemque voluptas. (Ognuno è attratto da ciò che gli piace)

U

Ubi Bene Ibi Patria. (Laddove ci si sente bene, la c’è la patria)

Ubi opes, ibi amici. (Dove sono le ricchezze, lì sono anche gli amici)

massime latine

Ubi maior minor cessat. (Di fronte al più forte il debole si fa da parte)

Unicuique suum tribuere, alterum non laedere. (Dai a ciascuno il suo, non danneggiare gli altri)

Ut sementem feceris ita metes. (Mieterai a seconda di ciò che avrai seminato)

V

Veni vidi vici. (Sono venuto, ho visto, ho vinto, Giulio Cesare)

Verae amicitiae sempiternae sunt. (Le vere amicizie sono eterne, Cicerone)

frasi famose in latino

Verba volant, scripta manent. (Le parole volano, ciò che è scritto rimane)

Veritas filia temporis. (La verità è figlia del tempo, Aulo Gellio)

Vis unita fortior. (La forza unita è più forte)

Vitam regit fortuna, non sapientia. (La vita è retta dal fato, non dalla saggezza, Cicerone)

Vita via est (La vita è un cammino)

Vitium impotens, virtus vocatur. (Il vizio che non ha più forza si chiama virtù)

Vox populi, vox Dei. (Voce di popolo, voce di Dio, Bibbia)

Vulpem pilum mutare, non mores. (La volpe cambia il pelo, non le abitudini, Svetonio)

Lascia un commento